Rita Hayworth. Cinema, danza, passione

rita.jpg
rita.jpg

Rita Hayworth. Cinema, danza, passione

18.20

La dea dell’amore, l’atomica, Gilda. Il sogno proibito di molti, la risposta vitale alla seconda guerra mondiale. Rita Hayworth è forse la bellezza dello star-system hollywoodiano che più ha fatto epoca e clamore. Una sterminata filmografia, più di sessanta titoli, anche se pochi sono quelli folgoranti, "Sangue e arena", "La signora di Shanghai", "Gilda". Cinque mariti, tra cui il genio Orson Welles e l’“imam” Ali Khan, e molti grandi partner sul set, da James Cagney a Fred Astaire e Gene Kelly, da Tyrone Power a Frank Sinatra, da Robert Mitchum al compagno di molti film e amico Glenn Ford. Un mito costruito dalla Mecca del Cinema di quegli anni per mano di sapienti produttori – come l’amico/nemico Harry Cohn della Columbia Pictures – e di abili registi: Charles Vidor, Rouben Mamoulian, Howard Hawks, William Dieterle, Henry Hathaway, Raul Walsh e, ovviamente, Welles. Ma una vita disgraziata, disperata. Dopo un duro e lungo lavoro per raggiungere il successo, prima come ballerina, negli spettacoli e nella scuola di flamenco della sua famiglia, i Dancing Cansinos, e poi come attrice. Una diva che non ha mai ottenuto quello che ha sempre desiderato e inseguito più di ogni altra cosa: la felicità familiare.

COMPRA SU AMAZON

The direct shopping service is not available. We prefer to sell through an Amazon affiliation . Buy the book you desire here, choosing the Amazon of your country. Thanks